Il Territorio

Le offerte del territorio

Diari di Viaggio

Di Lionello Archetti-Maestri

Se Lord Verulamio nel suo Of travel consigliava già nel 1625 che il gentleman destinato al Grand Tour  intraprendesse il viaggio provvisto di guide, lo stesso milord – come rilevava non senza ironia il nostro conterraneo Baretti –  non si sarebbe concesso di visitare nessun luogo che non fosse già sulla bocca di tutti.
Agli odierni emuli di Phileas Fogg, ancorché privi di un fedele Passepartout, presento il mio modesto Baedeker per un Tour nell’Alto Monferrato acquese. Il compito assegnatomi, permettete, era alquanto difficile: « poco meno di una cartella » per illustrare le attrattive di ben 26 comuni.
Ho pensato quindi di escogitare una sorta di gioco basato sulle peculiarità di ciascun paese onde il visitatore possa, a suo piacimento, inventarsi un percorso secondo i propri interessi. Nulla vieta che i cammini si incrocino o si sovrappongano. Una sorta di Primiera « Uno, due, tre, / cerco il Papa e trovo il Re, / cerco il savio e trovo il matto, / cerco il cane e trovo il gatto, … », ricordate? Oppure una specie di Domino in cui, al posto delle tessere d’ebano e di avorio, sia disposto sul tappeto verde quanto può invogliare verso l’Alto Monferrato augurando al gradito ospite, come auspica Ferdinando Albertazzi, di trasformarsi nel « “viaggiatore definitivo” di Baudelaire, appagato non dalla meta, bensì dal dipanarsi del viaggio ».
1 Paesaggio dominato dal Monviso tra vigne e calanchi: Alice Bel Colle, Ponzone, Castelletto d’Erro, Montechiaro d’Acqui, Denice, Morbello Ricaldone.
8 Torri: Bistagno, Cartosio, Castelletto d'Erro, Cavatore, Denice, Merana, Terzo, Visone.
1 raro esempio di Torre atterrata:  “Torre del Marocco” Morbello.
5 Castelli:  Castelnuovo Bormida, Melazzo, Morsasco, Orsara Bormida e Prasco.
6 suggestivi resti di Castelli:  Grognardo, “La Tinazza” Moncrescente di Melazzo, Montechiaro d'Acqui, Morbello, Ponti e Visone.
1 Ponte medievale: San Rocco a Spigno Monferrato.
3 cinte murarie quattrocentesche con fossato e ponte: Rivalta Bormida, Strevi e Visone.
2 Villenove: Bistagno e Rivalta Bormida.
1 Porta gotica nel recinto murario: Pareto.
4 Absidi di Pievi di epoca romanica: San Lorenzo a Cavatore, San Secondo ad Arzello di Melazzo, San Vito a Morsasco, Santi Nazario e Celso a Prasco.
4 Chiese con strutture romaniche: Santa Maria dell’Assunta a Bistagno, San Michele a Malvicino, Sant’Anna a Montechiaro d'Acqui, San Pietro a Visone.
1 Abbazia: San Quintino a Spigno Monferrato, fondata nel 991.
1 Parco secolare: “Il Quartino” già dei marchesi Scati a Melazzo.
4 Musei: Gipsoteca Giulio Monteverde a Bistagno, Museo della civiltà contadina  a Montechiaro d'Acqui, Museo di arte sacra a Ponzone, Museo Tenco a Ricaldone.
1  Jolly : Cassine.
E allora, Signore e Signori, faites vos jeux.
Lionello Archetti-Maestri, nato ad Acqui e quindi sgaientâ, vorrebbe trasmettere ai futuri ospiti l’amore, coltivato in anni di studi e ricerche, per il suo locus geniale. Ci sarà riuscito? Lo spazio e non la dietista gli ha impedito di illustrare le molteplici validissime lusinghe eno-gastronomiche e per questa omissione si appella alla Loro clemenza.

Protocollo d’Intenti

Il Comune di Acqui Terme ed altri 15 comuni dell’acquese hanno sottoscritto un Protocollo d’Intenti per concretizzare le iniziative turistiche, culturali ed enogastronomiche della zona in vista di Expo 2015.
Le istituzioni firmatarie del Protocollo hanno condiviso la necessità di “fare territorio” ovvero di dare vita ad un’azione compiuta per la valorizzazione delle realtà locali, e, attraverso scelte condivise, hanno realizzato un’attività di marketing territoriale il cui frutto è il sito internet a ciò dedicato e denominato “Acquese…..for Expo 2015”.
L’impegno preso dai Comuni, però, non si è limitato al periodo dell’Esposizione Universale ma, tramite una collaborazione coordinata, cercherà di mantenere e promuovere per il futuro, una crescita sostenibile e continuativa del territorio: “Acquese ….for Expo 2015” è un contenitore di informazioni aggiornato periodicamente dai protagonisti tramite referenti informatici del comune di Acqui Terme.
L’obiettivo è quello di evidenziate le “eccellenze” che comprendono il patrimonio artistico e culturale, le bellezze naturali e paesaggistiche, il turismo sportivo, le attività commerciali e quelle legate alla produzione agricola ed enologica.

“per la promozione di iniziative finalizzate a valorizzare il territorio locale, economico e culturale in vista di EXPO 2015″

Perchè scegliere noi


Terme e Natura

Il nostro territorio è un punto di riferimento per tutti i turisti e visitatori, amanti del benessere, in cerca di un'esperienza rilassante o d'ispirazione. I paesaggi naturali e le strutture termali presenti offrono momenti indimenticabili per tutta la famiglia.

Gastronomia e Ospitalità

Un'eccellenza nella gastronomia, nel servizio e nell'ospitalità. Il nostro territorio vanta una tradizione gastronomica invidiabile e un'ospitalità generosa, ricca di offerte per tutte le età ed esigenze.

Eventi e Manifestazioni

Su tutto il territorio si possono trovare eventi a manifestazioni per trascorrere piacevoli giornate con visite turistiche, mercatini, sagre ed opportinutà enogastronomiche offerte dai nostri paesi. Continua a leggere...



I Trasporti

Come Spostarsi

In occasione di EXPO 2015, saranno attivati dei servizi dedicati espressamente a questa importante manifestazione.


Stat Viaggi

Notizie & Aggiornamenti

Le ultime notizie e offerte del territorio